Concorso Infanzia e Primaria: programma e tabella di valutazione

612
concorso infanzia e primaria

Dopo la pubblicazione del Decreto Ministeriale per il concorso ordinario infanzia e primaria, recante “Disposizioni concernenti il concorso per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, le prove d’esame e i relativi programmi”, la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato gli annunciati mancanti.

Requisiti di accesso al concorso Infanzia e Primaria

L’iscrizione al bando di concorso Infanzia e Primaria è aperta ai partecipanti in possesso di:

  • laurea in Scienze della formazione primaria
  • diploma magistrale  con  valore  di  abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal MIUR

Per quanto riguarda i posti di sostegno, bisogna possedere uno tra i precedenti titoli di studio e il titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di un analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli di cui alle lettere a) e b) del comma 1 e di  cui al comma 2,  abbiano  comunque  presentato  la  relativa  domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, possono essere ammessi con riserva al Concorso ordinario Infanzia e Primaria.

Concorso infanzia e primaria: decreto, programmi, tabella titoli, formazione commissioni

Valutazione dei titoli di accesso

Il punteggio dell’abilitazione (diploma magistrale, diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguito entro l’a.s. 2001/02, della laurea in SFP e dei titoli acquisiti al’estero e riconosciuti in Italia dal Miur) deve essere rapportato a 100 ed espresso in centesimi, arrotondando al voto superiore eventuali frazioni di voto pari o superiori a 0,5.

Laddove il punteggio non sia stato indicato o il giudizio finale non può sia quantificabile, si attribuisce un punteggio pari a 1,56.

In che modo vengono attribuiti i punteggi?

  • Nel caso in cui il voto dell’abilitazione sia minore a 75/100, il punteggio attribuito sarà pari a 0.
  • Nel caso in cui il voto dell’abilitazione sia superiore ai 75/100, il punteggio verrà calcolato mediante la seguente operazione:

il voto dell’abilitazione – 75/5

Ad esempio, se il voto dell’abilitazione è pari a 100, il punteggio sarà calcolato in questo modo:

100-75/5 => 25/5= 5

Quindi, il punteggio massimo dell’abilitazione non può mai superare cinque punti.

  • Per l’abilitazione attraverso la frequenza di percorsi di specializzazione, cui si è avuto accesso tramite procedure selettive  pubbliche per titoli ed esami sarà attribuito un punteggio aggiuntivo pari a 5.

I materiali del Miur

Griglie di valutazione

L’ente di formazione Uniscientia lancerà a breve un corso di alta formazione finalizzato al superamento delle prove concorsuali Infanzia e Primaria.

Maria Salette Porzio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.