LibriAmo Rubrica a cura di Enzo Longobardi
“Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray

3835
Rubrica a cura di Enzo Longobardi
“Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray&body=https://www.mondoistruzione.it/libriamo-rubrica-a-cura-di-enzo-longobardi-gli-uomini-vengono-da-marte-le-donne-da-venere-di-john-gray/">
Email

“Tanto tempo fa, i Marziani e le Venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme perché si rispettavano e accettavano le loro differenze. Poi arrivarono sulla terra e furono colti da amnesia: si dimenticarono di provenire da pianeti diversi.”
Il libro di John Gray Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere  è un bestseller mondiale, cinquanta milioni di copie, tradotto in quaranta lingue. Un pensiero tanto semplice quanto efficace: gli uomini e le donne hanno due modi di pensare, di parlare, di amare, spesso diametralmente opposti: il maschio punta alla competenza/la femmina alla relazione; il maschio è sequenziale/la femmina multifunzionale; lui è razionale/lei è emozionale; lui ha bisogno di fiducia e apprezzamento/lei di attenzioni e comprensione. Non poteva mancare, infine, la diversa percezione del sesso all’interno della coppia dove, durante l’atto sessuale, lui sta facendo una competizione con se stesso, lei sta sognando castelli, principi e principesse.

Perciò la donna deve sempre ricordarsi di far sentire il suo uomo apprezzato ed importante nel renderla felice. Inoltre, la donna deve imparare a lasciare i suoi spazi al proprio uomo, che a volte sente il bisogno di “ritirarsi nella caverna” e dedicarsi solamente a se stesso.  La donna invece è un essere fortemente emotivo. Come un’onda (metafora dello stesso John Gray) che quando si infrange, l’uomo deve essere pronto a sostenerla emotivamente facendole sentire il proprio amore.
In quei momenti la donna ha solo bisogno di sentirsi amata, considerata e ascoltata. L’uomo deve prendere l’abitudine di ascoltare amorevolmente la propria donna e lasciarla sfogare, per quanto stupidi o insensati possano sembrargli i motivi dei suoi turbamenti. Sono quelli i momenti in cui lei ha più bisogno del suo amore. L’uomo in famiglia ha la tendenza alla realizzazione di grandi imprese, trascurando i piccoli gesti d’amore quotidiani.
Ad esempio cercare di guadagnare di più, regalare una macchina alla sua partner o portarla in vacanza, con la convinzione di segnare punti nei suoi confronti.
Tenderà invece a dimenticarsi di abbracciarla, farle qualche piccolo regalo, ascoltarla quando lei ha bisogno di parlare o aiutarla nella gestione della casa, considerando queste cose come secondarie. Non si rende conto che quando una donna tiene il conteggio dei punti, un dono d’amore, grande o piccolo che sia, ha sempre lo stesso valore.

Please follow and like us:
Rubrica a cura di Enzo Longobardi
“Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray" >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.