mercoledì, maggio 27, 2020
UniPegaso

Follow by Email
Facebook
Twitter

Riflessioni e soluzioni per una didattica attiva. Modelli e strategie per la nuova tecno-metodologia.
L’insegnante deve acquisire autonomia, giudizio critico e capacità di accettare le sfide nel suo lavoro fuori e dentro la classe per poter diventare un punto di riferimento per gli alunni.
Sono gli strumenti di cui dispone e le metodologie a fare le differenze. Grazie all’ uso e alla conoscenza appropriata degli strumenti informatici e telematici l’insegnante costruisce la propria “tecno-metodologia”.

 

C’era una volta….ma on line!

Un padre, lontano da casa per motivi di lavoro, trova una maniera poetica per stare vicino alla figlia: ogni sera le legge una favola...

Maometto e la montagna – Oltre il multimedia –

“Lo evoco…nel suo gabinetto di studio, come a dire nella torre di vedetta d’una città, munito di telefoni, di telegrafi, di fonografi, di apparecchi...

Alla ricerca di principi e metodologie….esigenza del presente! – Nel mare magnum della...

“Ora, nella nostra educazione si sta verificando lo spostamento del centro di gravità. È un cambiamento, una rivoluzione, non diversa da quella provocata da...

Un invito a pensare bene, in altre parole a non essere benpensanti (Edgard Morin)

Nelle ultime ore si è tanto sentito parlare della metafora dell’Imbuto di Norimberga, in un contesto sociale in cui la vita quotidiana di chi...

Legami educativi a distanza, un ponte verso il futuro

Commissione Infanzia Sistema integrato Zero-sei (D.lgs. 65/2017) ORIENTAMENTI PEDAGOGICI SUI LEAD: LEGAMI EDUCATIVI A DISTANZA UN MODO DIVERSO PER FARE NIDO E SCUOLA DELL’INFANZIA orientamentipedadogicisulegamieducatividistanzalead.pdf Legami educativi a...

Quando la telematica diventa un valore aggiunto per la didattica

La mia esperienza  con la didattica a distanza In questi mesi  come Insegnante  e animatore digitale (Piano Nazionale Scuola Digitale del 27 ottobre 2015) della...